26 novembre 2018

Neve Cosmetics Lippini Lip Balm


Lo sport che preferisco praticare durante i mesi più freddi è lamentarmi delle labbra secche. Perchè sono dolorose, perchè il rossetto non è che ci stia così bene, perchè sono una nervosetta e mi accanisco sulle pellicine ed è un circolo vizioso. 
Sono sicura di non essere l'unica. 
Neve Cosmetics - per allietare un po' questo periodo difficile - ha lanciato i Lippini, quattro balsami labbra decorativi in quattro diverse colorazioni e altrettante profumazioni.



Sono tutti vegan, a base di cera di girasole, burro di cacao e burro di karitè, a seconda però della tonalità hanno estratti e oli diversi.
RoseOsèè è un rosa sheer che a seconda di quanto viene stratificato diventa più o meno pigmentato, contiene olio di rosa mosqueta che ne aumenta l'azione protettiva. Profuma delicatamente di rosa.
Sweetsoleil ha una base trasparente e leggeri riflessi dorati, anche in questo caso applicando più strati il riflesso è ben visibile, altrimenti regalerà giusto un tocco di luce alle labbra. Contiene estratto di calendula per un effetto calmante e ha una profumazione dolce, ma non stucchevole.
Candysoft è il più trasparente dei quattro, contiene emolliente olio di albicocca e ha un leggero profumo agrumato.
Grapedivine è il mio preferito e non saprei descriverlo meglio dell'azienda: un rosso uva trasparente che intensifica il colore naturale delle labbra. E' delicato, ma ben visibile e si può comunque applicare senza specchio con la sicurezza che non creerà tragici sbordamenti. 
E' arricchito con oli di cranberry e vinaccioli e profuma di frutti di bosco.





Grapedivine risiede già stabilmente nella mia borsa, proprio per i motivi che elencavo a inizio post mi capita spessissimo di uscire senza rossetto e adoro la praticità di un balsamo che garantisce comfort e protezione uniti a un tocco di colore.
Perchè le mie labbra hanno un non-colore naturale che abbinato a qualche screpolatura di troppo fanno pensare prima ad uno zombie che ad un essere vivente e di solito - non sempre - punto ad un look inquietante. Un posto tra gli indispensabili on-the-go è dovuto.
In generale, escludendo ovviamente la colorazione, trovo abbiano tutti e quattro una resa molto simile. Sono incredibilmente emollienti, sottili e piacevoli da portare, il finish non è superlucido ma nemmeno opaco, danno proprio l'effetto di labbra sane, rimpolpate. 
Trovo sia una splendida novità nel catalogo di Neve, io adoro Nettare per Labbra utilizzato anche come trattamento, ma stiamo parlando di due tipologie di prodotto completamente diverse e i Lippini sono mille volte più pratici per l'utilizzo fuori casa.
Se siete alla ricerca di un balsamo per questo inverno fidatevi di zia Chiara e dategli un'occhiata.

I Lippini sono già acquistabili su www.nevecosmetics.it sia singolarmente in promo lancio scontati del 15% che nella confezione da quattro, un'ottima idea regalo!
E a proposito di idee regalo, fino al 20 dicembre sul sito sconto del 15% su tutto e spedizioni a 1€.




(*) I prodotti mostrati mi sono stati inviati e il post è sponsorizzato dall'azienda, il cervello però è il mio e le opinioni espresse sono solo frutto della mia esperienza.

25 ottobre 2018

Neve Cosmetics Rebel Epoque Collection | Swatch, Review


Dopo la semplicità e l'eleganza della Minimal Magical (post qui) Neve Cosmetics fa un'inversione stilistica a U e finisce in un mash-up tra una ballerina di can-can e la gloriosa fine degli anni '70, tra i Sex Pistols e Toulouse-Lautrec. E io, sinceramente, non potrei essere più felice. 
Never Mind the Bollocks è stato il primo cd che ho comprato appena iniziate le medie, sono irrimediabilmente affezionata al contrasto tra i testi, l'ironia e il sarcasmo che capisci solo dopo una certa età e la produzione pompatissima da disco hard rock commerciale, è inevitabile che ogni volta che certe cose vengono accostate al makeup la mia antenna si drizzi.  
Ma perdonatemi, sto divagando.
Dicevamo.
Nuova collezione per Neve Cosmetics, si chiama Rebel Epoque ed è composta in modo decisamente vario da undici pezzi: un ombretto, un blush, un illuminante, tre Pastello occhi, tre Pastello labbra e due gloss Vernissage. Direi che è ora di vederla nel dettaglio.


Partiamo dalle cialde.
L'unico ombretto vero e proprio è Subterranean, un viola scuro caldo con base marrone. Il finish è molto particolare: ha una leggera satinatura in superficie che lo rende un pizzico riflettente, senza però essere propriamente luminoso. Ha quell'aspetto un po' vissuto dell'ombretto a fine giornata quando vi dimenticate di mettere il primer, meno le pieghe.
Trovo sia splendido per degli smokey monocolore, ma anche per intensificare la parte finale dell'occhio. La texture è morbida e sfumabile e non ha bisogno di essere stratificata per raggiungere la giusta intensità.
Quando ho visto Bruised nella confezione i miei neuroni sono esplosi. "Finalmente un ombretto rosso sporco desaturato". No, è un blush. E no, non l'ho ancora superata.
Perchè sappiamo che le cialde Neve sono multitasking, Bruised come blush è meraviglioso, dà quell'effetto bottiglia di gin bevuta nella neve (anche popolarmente definito "effetto salute") che è la fine del mondo, purtroppo però come ombretto per me è no. 
Una tonalità del genere sugli occhi voglio che sia piena, intensa, invece è piuttosto sheer ed evanescente come giustamente ci si può aspettare da un blush rosso/malva, fosse stato ultrapigmentato poteva tranquillamente rientrare nella lista degli sport estremi.
Quindi Bruised mi ha avrà anche spezzato il cuore, ma rimane un bellissimo blush.
Passiamo però al pezzo forte, quello che perfino il mio gatto voleva portarsi via (i graffi sulla cialda sono le prove del tentato di furto): l'illuminante Save the Queen.
E' un duochrome di base arancio con riflessi pesce, rosa, oro. Commovente.
Io purtroppo non riesco ad utilizzarlo come vorrei sullo zigomo, essendo molto chiara quando non viene colpito direttamente dalla luce si vede l'alone più scuro della base colore, ma come ombretto e blush topper è vero amore.
Sovrapposto ad altri blush crea delle tonalità uniche con riflessi particolarissimi.
La texture è burrosa, si sfuma facilmente e più viene lavorato, più diventa luminoso. 


Passiamo alle Pastello. 
Per il reparto occhi abbiamo Swindle - un ottone pieno e cangiante -, Choker - fucsia-magenta - e Relax un viola che sembra blu, ma anche un blu che sembra viola.
Sono tutte e tre tonalità molto particolari di cui non sono riuscita a trovare dupe nella mia collezione, anche per Swindle, che può sembrare il classico oro scuro, non ho simili.
Hanno una buona resa nella rima interna, ma trovo che il meglio di sè lo diano lungo le ciglia sfumate e fissate con un ombretto come come base. La mia accoppiata preferita è Choker sfumata su tutta la palpebra e Save the Queen sopra, non avete idea del colore meraviglioso che ne viene fuori.


Per quanto riguarda le labbra abbiamo Tartan - una tonalità assolutamente indescrivibile, berry maybe? -, Nihilism - un viola spento con leggera satinatura blu - e Spiral, il colore trend dell'autunno, un rosso aranciato con riflessi rame.
Anche qua non c'è pericolo di trovare cose già viste, giusto Tartan potrebbe avere qualche simile, ma non credo sia così semplice trovarlo sotto forma di matita.
Trovo siano tonalità molto versatili che possono stare bene su una marea di incarnati. La texture è sempre quella mordiba e confortevole delle Pastello labbra.


Chiudiamo con i due Vernissage, non per i deboli di cuore.
Abbiamo Cha-U-Kao - un arancio acceso - e Dans le Lit, un fucsia altrettanto vivo.
Niente panico però, sono gloss piuttosto trasparenti, il pigmento c'è ed è ben visibile, ma hanno una resa più sheer rispetto, per esempio, al Vernissage Proserpine. Questa caratteristica a mio parere li rende più versatili e di facile utilizzo. A meno che non siate me, allora il fucsia non sarà mai di facile utilizzo.
Se non siete amanti delle labbra semitrasparenti, ovviamente, potete sovrapporli a qualsiasi rossetto o matita per intensificarne il colore e cambiarlo totalmente.
Combo preferita? Tartan + Cha-U-Kao = color cannella aranciato scuro che urla autunno.
La texture è confortevole, levigante, leggera sulle labbra. Lo dico ogni volta, ma ci tengo a ribadirlo, i Vernissage hanno demolito tutti i miei pregiudizi sui gloss.


E questa è la Rebel Epoque, non solo perfettamente realizzata nel concept, ma anche nelle performance. Credo sia la mia collezione preferita di Neve da molto tempo.
Sul sito www.nevecosmetics.it la trovate già in vendita, con spese di spedizione ad 1€ e il bundle dell'intera collezione in promozione.



 (*) I prodotti mostrati mi sono stati inviati e il post è sponsorizzato dall'azienda, il cervello però è il mio e le opinioni espresse sono solo frutto della mia esperienza.

3 ottobre 2018

Neve Cosmetics Lash Academy Mascara | Review, Before&After


E' di nuovo tempo di novità in casa Neve Cosmetics, si chiama Lash Academy ed è un mascara tutt'altro che convenzionale.
Vegan, arricchito con olio di argan e di vinaccioli, privo di siliconi, petrolati e parabeni, segni particolari: uno scovolino ultra sottile per garantire la massima precisione.

Prima di parlarvi della mia esperienza con questo prodotto è il caso di fare una premessa. Odio recensire i mascara. Perché in generale odio i mascara.
Le mie ciglia, tra vecchiaia, ciglia finte e trucco/strucco anche più volte al giorno, sono cambiate tantissimo. Da folte e lunghe che erano, si sono trasformate in quattro peli tristi che non sono esattamente un piacere da truccare. 
Quello che cerco in un mascara è prima di tutto volume, se poi si riuscisse ad avere anche un po' di lunghezza sarebbe il massimo. Il potere incurvante invece non m'interessa, per quello ci ha già pensato Madre Natura. 

Ma torniamo al Lash Academy.


Lo scovolino ha subito attirato la mia attenzione, ha una forma rara da trovare in commercio. 
Trovo sia perfettamente riuscito l'intento di creare un mascara di precisione, permette di arrivare alla base delle ciglia e lì depositare la maggior parte del prodotto per poi lavorarlo verso l'alto, ma anche raggiungere le ciglia più interne ed esterne senza sporcare le zone limitrofe e rovinare un'operazione che era un bijou (cit.).
Queste caratteristiche, abbinate ad una formula piuttosto bagnata, ne fanno un mascara dall'effetto molto pulito (in determinate circostanze!). Con una passata, pettinando le ciglia semplicemente dal basso verso l'altro ed evitando di fare un movimento a zig zag nell'ultima parte, dona una buona definizione, separa le ciglia e le allunga leggermente, ma non aggiunge granché in termini di volume.
Se invece si insiste maggiormente alla base allora si ottiene un effetto decisamente più volumizzato.
Per quanto riguarda le mie ciglia, però, questo si traduce in un deposito eccessivo di prodotto che tende ad attaccarle tra loro e creare più grumi di quanti vorrei.

BEFORE&AFTER


Niente tightline o piegaciglia per questo before&after. L'effetto indubbiamente c'è, il pigmento è di un nero intenso che mi piace moltissimo, ma per i miei gusti le ciglia sono troppo unite tra loro e più cerco di pettinarle, più la situazione peggiora, sicuramente su di me preferisco la resa che ha con una sola passata (di cui non ho una foto perché sono furba).

Per le ciglia inferiori invece è perfetto, in qualsiasi modalità o quantità lo mettiate: le pettina e le allunga riducendo al minimo il rischio di sporcarsi. E se lo dico io che mi sporco in continuazione...  

La durata mi ha sorpresa, non si sgretola minimamente durante il giorno né si trasferisce sulla pelle. Non è ovviamente un mascara waterproof (caratteristica per cui sarebbe necessario l'utilizzo di ingredienti non in linea con la filosofia dell'azienda), ma molto resistente. 
Altra piacevole sorpresa è stata la facilità di rimozione, infatti si strucca velocemente e senza il bisogno di sfregamenti di sorta con una semplice acqua micellare, riducendo al minimo lo stress a cui sottoponiamo le nostre povere ciglia.
Un giorno, per il bene della scienza, ho fatto un test per valutarne la tollerabilità.
Non è vero. Un giorno, dimenticandomi di essere ancora truccata, mi sono buttata sotto la doccia come se nulla fosse.
Il Lash Academy ha iniziato a sciogliersi finendomi inevitabilmente negli occhi, di solito (perché sono furba pt. 2) un viaggio andata e ritorno tra le fiamme dell'inferno è il minimo che possa aspettarmi, passando per un'irritazione che dura ore. 
Niente. I miei bulbi oculari si stavano riempiendo di mascara, ma sembrava semplicemente acqua. 
Magari non è un'attività che consiglierei di fare su base quotidiana, sappiate però che è occhi sensibilissimi approved!


E' sicuramente un buon mascara e senza ombra di dubbio il migliore che abbia provato tra quelli naturali, ma non è proprio il più adatto per le mie ciglia e l'effetto che ricerco. Ho l'impressione che migliorerà con il tempo, ma per questo dovrò solo aspettare.
Se avete delle ciglia corte e sentite di fare fatica a prenderle bene con gli scovolini tradizionali ve lo consiglio ad occhi chiusi, vi renderà la vita molto più semplice! 

Il Lash Academy è già disponibile sul sito di Neve Cosmetics in offerta lancio scontato del 15% fino al 15 ottobre. In più lo stesso sconto è applicato a tutte le matite Pastello occhi e le spese di spedizione sono dimezzate.



 (*) I prodotti mostrati mi sono stati inviati e il post è sponsorizzato dall'azienda, il cervello però è il mio e le opinioni espresse sono solo frutto della mia esperienza.



11 settembre 2018

Neve Cosmetics Minimal Magical Collection | Swatch, Prime Impressioni


Minimal Magical è la nuova collezione con cui Neve Cosmetics ci riporta all'essenziale: è composta da due ombretti, Meme e Saudade, dal blush Dizzy e dal Vernissage Proserpine. Pochi prodotti, dalle tonalità classiche e universali, ma con un tocco di magia in più.



Meme è descritto come un marrone tabacco di base con riflessi ottone e non potrei essere più d'accordo. E' una tonalità molto intensa, ma incredibilmente versatile: applicandone una piccola quantità con un pennello ampio e sfumandolo bene si ottiene un velo di colore con una leggera satinatura, se invece viene stratificato, beh, date il benvenuto ad uno degli smokey monocolore più belli e intensi che abbiate mai visto, di quelli che qualunque sia il tuo colore di occhi lo fa risaltare all'ennesima potenza. 

Saudade invece è una tonalità più delicata e luminosa, un beige con riflessi rosa che nelle giornate più minimal può risolvere la situazione sfumato velocemente su tutta la palpebra o come punto luce particolare all'angolo interno per un look semplice, pulito, ma interessante. Mentre se lo si vuole sfruttare per qualcosa di più strutturato trovo sia splendido sovrapposto ad altri ombretti, per esempio abbinato a Meme il risultato che si ottiene è un marrone malva di base con riflessi tendenti al viola.
La texture di entrambi gli ombretti è quella a cui Neve ci ha abituati: burrosa ed estremamente sfumabile e uniforme.

Dizzy è il blush della collezione.  E' un rosa opaco freddo, quasi lilla, che però una volta applicato non risulta così gelido. Vedendolo dalla cialda avrei scommesso la mia collezione di rossetti che mi sarebbe stato malissimo, menomale che queste scommesse hanno luogo solo nella mia testa perchè se no avrei dovuto salutare il mio tesssoro.
Mi sembra che la formula sia leggermente cambiata rispetto ai blush opachi in cialda delle precedenti collezioni, trovo sia più pigmentato e non abbia bisogno di essere stratificato per raggiungere una buona intensità. 
Questo lo rende sicuramente più semplice da utilizzare anche come ombretto, è il colore di transizione perfetto per i makeup sul viola.


L'ultimo pezzo che compone la Minimal Magical è il Vernissage Proserpine
E' un rosso rubino con un perfetto bilanciamento nella brillantezza e nella temperatura e il finish glossato è la ciliegina sulla torta.
Non me la sento di definirlo un gloss pigmentato, è un vero e proprio rossetto liquido vinilico, caratteristica che lo rende diverso da qualsiasi rosso presente nel mio arsenale.
La forma dell'applicatore e l'altissima pigmentazione rendono l'applicazione inaspettatamente semplice. Veloce mai, semplice sì. 
La durata ovviamente cambia a seconda di quello che fate durante la giornata/serata. Su di me ho notato che semplicemente parlando ha una buona resistenza, non fuoriesce dai contorni e non si accumula in posti strani e poco piacevoli, ma è meglio non provare nemmeno a farlo sopravvivere ad un pasto e toglierlo preventivamente.
E' uno di quei prodotti che richiedono diverse accortezze, ma hanno una resa talmente bella che ne vale assolutamente la pena. 
Un altro modo per sfruttarlo - e per quanto mi riguarda sicuramente più adatto per l'utilizzo quotidiano - è applicarne una piccola quantità al centro delle labbra e tamponarlo e distribuirlo semplicemente con l'aiuto delle dita. Intensificherà il colore delle labbra, donandole un aspetto sano e idratato che sarà semplice da rinnovare durante il corso della giornata.


Dall'alto del mio bipolarismo cosmetico - che tanto mi fa amare un trucco ben strutturato quanto uno ridotto ai minimi termini (vie di mezzo no grazie) - ho apprezzato moltissimo il concept dietro la collezione e il modo in cui è stato sviluppato. I miei pezzi preferiti sono indubbiamente Meme e Proserpine.
Minimal Magical è disponibile sul sito www.nevecosmetics.it attualmente scontata del 20% e con la possibilità di acquistare il set con l'intera collezione ad un prezzo ulteriormente scontato.




(*) I prodotti mostrati mi sono stati inviati e il post è sponsorizzato dall'azienda, il cervello però è il mio e le opinioni espresse sono solo frutto della mia esperienza.

Design by | SweetElectric